0

Bulgur con zucchine, uvetta e mandorle

di Paola Marchisio

cuoca di Vegger, Rivarolo, Torino

Cos’è il bulgur?

Il bulgur (denominato anche burghul, bulghur, boulghour, boulgour, boulgoul, boulghoul, bulghul, bulgul o bourghoul) sono i semi integrali e germogliati del frumento di grano duro. È molto diffuso in Medio Oriente e il suo nome deriva dal turco bulgur con il significato di “orzo bollito”.

Si ottiene con la cottura a vapore dei semi di frumento che vengono poi essiccati e frantumati tipo granella. È un alimento molto digeribile perché già cotto. Le sue origini sono turche.

Le differenze rispetto al couscous sono:

  • il bulgur è sempre integrale, il couscous no;
  • il bulgur si ottiene da semi germogliati, il couscous no.
Immagine del bulgur in grani prima della cottura

Bulgur in grani

La ricetta del bulgur con zucchine, uvetta e mandorle:

Immagine della ricetta del Bulgur con zucchine uvetta e mandorle

Bulgur con zucchine, uvetta e mandorle

Ingredienti per 4 persone

  • 200 g di bulgur
  • 2 zucchine medie (oppure costine o broccoli)
  • 30 g di mandorle a scaglie
  • 80 g di uvetta
  • sale q.b
  • curcuma 1/2 cucchiaino

Preparazione del bulgur

Mettere in una pentola poco olio, la curcuma e fare scaldare.

Poi aggiungere il bulgur e 2 volte il suo volume di acqua salata bollente e cuocere per circa 15/20 minuti a fiamma bassa.

Mettere in ammollo l’uvetta con acqua tiepida per una decina di minuti in una ciotola.

Nel frattempo, tagliare a dadini le zucchine dopo averle lavate con cura sotto l’acqua corrente fredda, quindi saltarli in una padella antiaderente con un filo d’olio d’oliva a fiamma vivace e cuocere per 5 minuti senza coperchio.

Aggiungere anche le mandorle a scaglie e l’uvetta (tolta dall’acqua e strizzata) e terminare la cottura dopo qualche minuto. Salare a fine cottura.

Ora mescolate il vostro bulgur (ormai cotto) con le zucchine saltate con uvetta e mandorle.

Potete servire il piatto tiepido o a temperatura ambiente decorando il tutto con dell’erba cipollina fresca.

 

Sabrina Mossetto

Lascia un commento